My Italian Wine World
  MENU

I MARCHESI DELL'OLIO : FATTORIA DI VOLMIANO

I MARCHESI DELL'OLIO : FATTORIA DI VOLMIANO 

Il viaggio di My Italian Wine World prosegue in Toscana, siamo a Fattoria di Volmiano di proprietà dei Marchesi Gondi, questa volta per parlare di tradizione olearia.

La famiglia Gondi non racconta solo di Vino, ma anche di una singolare e nobile tradizione che interessa la produzione di olio extravergine di oliva ed in particolare del decantato Laudemio.

Ad oggi il Volmiano di proprietà del Marchesa Vittoria Gondi Citernesi e dei suoi figli Gerardo e Lapo Gondi, è condotto da Lapo che porta avanti la passione del Nonno, Alfredo Citernesi, il quale ha dedicato tutta la sua vita alla coltura di olivi  per la produzione di olio extravergine di oliva.

L’azienda è inserita nell’albo delle aziende storiche classificate dalla Camera di Commercio come oliveto specializzato.

Immersa in una valle verde, abbracciata dalle sontuose colline toscane sulle pendici di Monte Morello, Villa Volmiano è famosa fin dal Medioevo per la produzione di oli.

In passato Volmiano era una torre di guardia, nel’400 venne ampliata dalla famiglia Cerretani dopo l’incendio della loro precedente villa. Volmiano guarda Sorbetole, anch’essa originariamente una torre di Guardia, di proprietà dei Martelli successivamente passò ai Medici che la inglobarono nella Tenuta di Caffaggiolo.

L’ultima discendente dei Cerretani, Cassandra, ampliò il piccolo oratorio nel ‘400 e fece costruire una fontana nel sontuoso giardino tappezzato con siepi di bosso.

Nella proprietà è possibile vedere la linea delle antiche torri poste a difesa della strada che collega Firenze a Bologna.

Nel giardino di Volmiano vi è un oratorio molto famoso dedicato a San Giovanni Decollato, con affreschi attribuiti alla scuola di Ridolfo del Ghirlandaio. Datati circa 1495 e commissionati da Paolo Cerretani, padre di Bartolommeo, storico che descrisse nel 1520 il periodo dopo Savonarola nel “Diario di una mutazione”.

Cassandra Cerretani vedova Capponi, ampliò, agli inizi del 1700, l’oratorio per proteggere gli affreschi dalle intemperie e fece costruire una piccola chiesa.

Circondata da boschi cedui ed ad alto fusto  e con un estensione di 550 ettari, di cui 70 ad oliveto specializzato, Fattoria di Volmiano vanta la presenza di 20.000 piante d’ulivo di varietà Leccino, Moraiolo, Frantoio e Pendolino.  

L’azienda opera in regime di agricoltura Biologico con un’attenzione particolarmente rivolta all’ecosostenibilità ed il rispetto per madre natura.

Nel sottosuolo della Fattoria si trovano due frantoi, che frangono esclusivamente le proprie olive, il primo è tradizionale a freddo e con le macine di pietra ed il secondo accoglie le più moderne tecnologie.

Ogni angolo della Fattoria racconta di storia e tradizione, intersecandosi con una ricercata innovazione di processo per garantire il rispetto dell’ambiente. Di fatti gli impianti adoperano utilizzano le più moderne tecnologie le quali consentendo una velocizzazione nel processo di estrazione dell’olio, grazie anche all’ausilio di robot che agevolano il lavoro dei frantoiani.

La pasta delle olive viene adagiata sui fiscoli che vengono impilati, poi attraverso una pressa, viene estratto l’olio biologico, naturale, extravergine d’oliva di Volmiano.

L’olio extravergine di oliva franto a freddo con le macine di pietra, naturale, biologico e non filtrato, dal colore verde intenso e dal sentore delicato e persistentemente fruttato, è un prodotto di alta qualità, leggermente più denso perché non subisce alcuna alterazione di calore, essendo estratto con il metodo tradizionale, ossia con pressione e forza centrifuga.Viene stoccato in silos di acciaio sotto azoto per evitarne l’ossidazione ed in un secondo momento viene confezionato in diversi formati.

Nobiltà, passione ed eccellenza toscana si riscoprono in ogni goccia di olio extravergine di oliva Volmiano, anch’esso frutto di una lunga tradizione che accomuna 25 generazioni.

 


Lascia un commento

  Invia commento


NOTA BENE: il tuo commento verrà prima moderato e se ritenuto idoneo sarà pubblicato